Indice

Canzoni

HOME

 

LA FONTANA DE LO CASALE

 
 


A la fontana se ieva
p'ammortÓ la sete
quanno lo sole premeva
e 'mbocava le pprete.

La cannola menava
acqua notte e juorno
e 'na musica spanneva
tutt'attuorno attuorno

perci˛ a tutte l'ore
la vocca addecriava
defrescava lo core
e le pene lavava.

'Ncapo lo varrilo
o lo cicino sudato
la facci de no milo
appena 'mmaturato

la femmena carriava
litri e litri d'acqua
pietto e culo 'mbostava
e non pareva stracca.

Carmela pe' Francisco
ieva e veneva
come senteva lo frisco
sfrattava e enghieva.

Lo viecchio 'ncurcumato
pe' vasÓ l'amante
se 'ncriccava 'ndorciniato
man'a 'no rabdomante

e la vareva bagnata
da l'acqua che colava
co' la mani capotata
doppo s'assucava.

De guagliuni 'na morra
pe' 'ncoppa t'acchianava
e 'na veppeta 'na sciarra
ogni vota appicciava.

A lo padre 'mbrazza
lo criaturo passava
e co' la mani a tazza
co' l'acqua pazziava

lo puino po' strengeva
lo piscero acchiappava
ma l'acqua le sfuieva
e no' l'accontentava.

'No piccione mo scenne
quanno riesti sola
affonna becco e penne
ringrazia e se n'abbola.

'No cano 'ncalemato
cosse e musso allonga
e com'a 'no 'nnammorato
te lecca co' la lenga.

Tu tieni cient'anni
e stai ancora 'mbossa
non hai avuto danni
da nisciuna scossa

ma a nui ca te guardamo
ce fanno male l'ossa
stamo qua e aspettamo
de scenne dint'a la fossa.

E tu com'a 'na mamma
chiano ce pigghi 'nzino
e sprisci da la menna
no surso frisco de vino.

 

 

Ascolta questa canzone